Search :
home
 |  archivio  |
 

Due milioni di GRANDOSSO prelibatezza per i cani torinesi


I dati commerciali rivelano che ogni mese, in quarantadue differenti paesi del mondo – dal Giappone al Brasile, dagli Emirati Arabi alla Russia, dalla Svezia al Portogallo – ne sono venduti oltre due milioni di pezzi. È un prodotto sano, naturale ed ecologico, gustoso ma atossico, biodegradabile, innovativo e antistress, ma soprattutto è torinese doc. Parliamo di Grandosso: osso destinato alla masticazione dei cani, nato dalla vulcanica mente creativa dell’imprenditrice Franca Leo e prodotto dalla Ciuffogatto, azienda leader a livello mondiale nel settore dei prodotti per il benessere degli animali, fondata in città nel 1990. «Questa mia attività esiste grazie al mio amore per gli animali – confessa la signora Leo, mentre divide la poltrona dell’ufficio con l’inseparabile maltese Leon, nello stabile di Via Pittara 44, dove hanno sede anche i laboratori della ditta – una passione che sin da bambina si è accompagnata all’interesse per la ricerca e la chimica. Ho frequentato i laboratori a pagamento finché non ho avuto la possibilità di costruirne uno tutto mio».
Il primo brevetto realizzato in azienda – che è anche quello che l’ha battezzata – è stata una ciotolina biodegradabile dove coltivare l’erba gatta, poi è stato il turno di Grandosso, che ha regalato all’impresa torinese il successo a livello globale. «Stavo cercando una valida alternativa agli ossi cosiddetti di “pelle di bufalo” che si trovano abitualmente in commercio. Un osso per cani privo di derivanti animali, che soprattutto non favorisse la proliferazione dei batteri come la salmonella. L’intuizione è stata di produrlo in mater-bi, una sostanza ricavata dall’amido di mais che la Montedison aveva ideato nel tentativo di diffondere sul mercato sacchetti biodegradabili».
Oggi che Grandosso è diventato un best seller mondiale – prodotto in quattro taglie e con undici sapori (e altrettanti colori) tra i quali scegliere – è stato affiancato da decine di altri geniali prodotti. «L’amido di mais permette di creare forme quasi infinite. Ed è così che ho creato i Rosicchio a forma di carotina, formaggio, noce e arachide destinati al divertimento e alla masticazione dei piccoli roditori, il Pescegatto, un pesciolino di corda aromatizzata e amido di mais per i mici. Ma ho pensato anche agli uccellini con il Granlap, un “nido” lavorato a mano e destinato ad accogliere i piccoli volatili all’interno delle voliere e finti ossi di seppia per passerotti che lucidano e rafforzano il becco». Tra le tante invenzioni della signora Leo, una ha meritato di essere esposta tra i pezzi della mostra Piemonte Torino Design, allestita nella sala Bolaffi nel periodo olimpico: si tratta della borsa-trasportino per cani Leo Handle comoda da sollevare con una sola mano, che permette ai cani di piccola taglia di accompagnare i propri padroni in aereo, nave, treno, ma anche semplicemente a passeggio essendo dotata di guinzaglio.



Articolo scritto da Gabriella Crema, tratto dal quotidiano
La Repubblica del 7 giugno 2006



<-- Torna Indietro

© 2003 Ciuffogatto® all rights reserved.

Home | l'Azienda | Prodotti | Adv | News | Annunci | Contatti
Chiedi all'Esperto | L'Esperto informa | Prove in campo | Alimentazione | FAQ